Menu

Traduzioni francese, inglese, catalano e spagnolo > italiano

Tiziana Camerani

P. IVA intracom.: IT 06992511003
+39 333 2308 104 (M) / +39 0657 305 033

tiziana@parole-parole.it

 

 

“RCR. Dream and Nature”, Padiglione catalano, Biennale di Venezia 2018

Pubblicato in: Portfolio

Anche quest’anno, come ogni anno dal 2009, ho tradotto i contenuti per il Padiglione catalano alla Biennale di Venezia. Per l’edizione 2018 (Architettura), l’Institut Ramon Llull ha presentato la mostra RCR. Dream and nature. Progetto onirico, suggestivo…

20180524_125417 20180524_125717 20180524_125800 20180524_130808 20180524_130913 20180524_131455

“Sulla trasversalità e altre discipline artistiche

Dal rapporto fortemente voluto con artigiani e artisti scaturisce un desiderio di contaminazione creativa, di apprendimento e di serena curiosità. “Quando è necessario, ponete delle domande all’arte, visto che ha sempre preceduto l’architettura”, invitava a fare Rafael Aranda.

Il Musée Soulages è un esempio eloquente di questa filosofia. Non si può comprendere appieno l’edificio se non si considera il vicendevole rapporto di ammirazione e rispetto che intercorre fra l’artista e gli architetti. La sintonia che emerge fra lo spazio architettonico e l’opera pittorica si presenta come indissolubile, ma soprattutto naturale. Un’altra chiave di questa architettura. Semplice non vuol dire facile. La semplicità spesso è nemica della pratica architettonica, sottoposta a processi che distorcono la sua capacità di essere chiara e limpida. Lo spazio pubblico del Teatro La Lira, la Fonderia Barberí, o il Faro orizzontale di Punta Albea dimostrano come la forza della semplicità come risposta architettonica si riveli solenne, elementare e atemporale.”

“La ricerca del silenzio attraverso il vuoto, il modo di concepire lo spazio architettonico di RCR nell’ambito del paesaggio, e anche dell’architettura domestica, sono evidenti in opere come la Casa Orizzonte e la Casa per un falegname. L’esplorazione costante per suscitare un legame fra la persona e lo spazio attraverso le emozioni plasma la filosofia di tutto il percorso architettonico di RCR.”